Il progetto

Il progetto è stato ideato tenendo in considerazione le esigenze legate alla segnaletica direzionale unite al contesto paesaggistico, con l’obiettivo di vivere e far vivere il luogo.
Come elemento distintivo del progetto di segnaletica, abbiamo accolto l’idea iniziale di utilizzare come materiale principale l’acciaio COR-TEN , un materiale visivamente caldo e adatto ai colori del sito Novartis (GSK) ed al territorio senese.

LE LINEE GUIDA DEL PROGETTO

ICONA 1 2
Identificare e razionalizzare i percorsi pedonali all'interno del sito Novartis
ICONA 2 2
Facilitare la fruizione delle informazioni utili ai visitatori ed al personale interno
ICONA 3 2
Valorizzare i punti d'interesse
ed i luoghi pubblici
ICONA 4 2
Evidenziare la localizzazione
di ogni singolo edificio
ICONA 5 2
Individuare chiaramente le aree di sosta e di entrata/uscita

Lo sguardo è lo strumento
che coglie le trame visibili (uomo) e invisibili (cultura –miti –leggi – abitudini etc.) del paesaggio.

VIVERE e FAR VIVERE il LUOGO.

Paolo L. Bürgi

Progettazione e realizzazione del Masterplan

FLEX si è occupata anche di progettare e disegnare il masterplan del sito Novartis (GSK).
 Il sito di Novartis (GSK) viene suddiviso in 5 aree colorate cosi da rendere lo spostamento e la ricerca più semplice e rapida.

Le aree vengono indicate sia sul masterplan (piantina) che sulla segnaletica cosi da aiutare l’utente a trovare il punto a lui interessato.

Per rendere la suddivisione più personalizzata, abbiamo pensato di dare alle area indicate un nome di personaggio
che ha fatto la storia nella medicina (vaccini).

Studio e progettazione
del prodotto

Prodotti unici, eleganti e ad alto d’impatto visivo che vengono inseriti in un contesto ampio e articolato creando un percorso direzionale ben chiaro fornendo all’utente tutte le informazioni di cui necessita. Questi supporti sono realizzati in acciao COR-TEN con un telaio interno a vista in alluminio zincato e verniciato di nero, con testi segnaletici e frecce incise a laser, oltre alla personalizzazione con logo “Novartis” sempre a laser.

Sono stati progettati e installati vari supporti, come ad esempio le strutture autoportanti direzionali a 2, a 3 o a 5 braccia, i funzionali leggii dedicati alla spiegazione dei vari punti d’interesse, i totem autoportanti con le indicazioni della planimentria e dei vari edifici presenti nel sito, varie targhe identificative di piccolo formato e l’originale percorso composto da mattonelle in acciaio finitura ottone lucido che indica l’antico percorso sotterraneo dei Bottini (XII – XV).

Design e sviluppo della grafica

FLEX si è occupato di progettare e disegnare la segnaletica direzionale esterna, studiando nei minimi dettagli tutti gli elementi per rendere le informazioni più chiare e leggibili possibile.

Il carattere di testo “Tahoma” è quello che, secondo specifici studi, meglio si presta all’immediatezza dell’informazione e della segnaletica.

Nello sviluppo della grafica, oltre alla doppia lingua (italiano e inglese) è stato inserito un codice indentificativo per indicare con chiarezza e immediatezza l’area del sito e l’indicazione del building di riferimento. Ripropondendo questi codici nella planimentria, presente su vari supporti, si permette al visitatore un veloce orientamento nel sito.

Posizionamento ed installazione

I prodotti, progettati e realizzati in brevissimo tempo, sono stati posizionati ed installati nel sito Novartis (GSK) stategicamente, tenendo in considerazione tutti gli aspetti legati ai percorsi, ai flussi di persone, ai punti d’interesse, alle aree di sosta e di entrata/uscita.

Un aspetto molto importante è che questi prodotti si fondono alla perfezione con l’ambiente che li circonda, senza essere invasivi o “di troppo”, ma dando il giusto peso alla segnaletica direzionale di un ambiente curato, esclusivo e ricco di storia.

Una corretta segnaletica aiuta l’utente ad orientarsi, permette di risparmiare molto tempo nel trovare il punto interessato e soprattutto invoglia a visitare un luogo.